IMPIANTI FACCIALI: MENTO E ZIGOMI Foto IMPIANTI FACCIALI : MENTO E ZIGOMI

Impianti facciali: protesi di mento, zigomi, mandibola – Cannes & Nizza | Dr. Victor Médard de Chardon

QUALI SONO I DIVERSI TIPI DI PROTESI FACCIALI?

Gli impianti facciali sono disponibili principalmente in due tipi di materiale: le protesi in polietilene poroso (Medpor©) e gli impianti in silicone.
Esistono diverse tipologie di impianti facciali: le protesi di mento o impianti mentonieri, le protesi di zigomi o impianti zigomatici e le protesi per l'aumento del profilo mandibolare.

VANTAGGI E INCONVENIENTI DEGLI IMPIANTI MEDPOR© RISPETTO ALLE PROTESI IN SILICONE

Le protesi in polietilene poroso sono normalmente utilizzate negli interventi di ricostruzione cranio-facciale e di aumento nella chirurgia estetica.

Vantaggi delle protesi facciali in polietilene poroso

  • La struttura degli impianti consiste in una matrice colonizzata con tessuti del paziente per creare una bio-integrazione della protesi che impedisca eventuali spostamenti della stessa. Tale vantaggio diventa un inconveniente laddove si rendesse necessario rimuovere la protesi (estrazione più difficile).
  • La struttura stessa della protesi offre la possibilità di scolpire la protesi in situ per farla corrispondere al meglio all'anatomia di ogni paziente.
  • La struttura della protesi Medpor©, essendo simile a quella dei sostituti ossei, permette la fissazione con microviti, eliminando il rischio di rotazione (la fase della biointegrazione). Gli impianti in silicone, invece, vengono fissati ai tessuti per mezzo di fili che ne garantiscono la stabilità, il che ne fa una soluzione altrettanto efficace.
  • Nel lungo periodo, il riassorbimento dell'osso rispetto alla protesi in polietilene poroso è minimo, se non inesistente, contrariamente a quanto avviene per le protesi in silicone.

Inconvenienti delle protesi Medpor©

  • Le protesi Medpor© hanno una consistenza più dura e meno deformabile che talvolta rende più difficile l'inserimento, al punto di richiedere, in certi casi, un'incisione un po’ più grande rispetto a una protesi in silicone.
  • La varietà degli impianti Medpor© è più limitata rispetto a quella degli impianti in silicone. La gamma delle protesi in silicone, infatti, è molto ampia, e ciò permette di trovare la tipologia adatta a quasi tutte le condizioni anatomiche.
  • La posa di questi impianti è più difficile rispetto a quella degli impianti in silicone.

QUALI SONO LE ALTERNATIVE AGLI IMPIANTI FACCIALI?

Gli impianti facciali sono utilizzati per correggere uno sviluppo insufficiente dell'architettura ossea degli zigomi, del mento, della mandibola o del naso. Le alternative agli impianti facciali sono le seguenti:

Alternative agli impianti del mento:

  • Si può ricorrere a un'iniezione a base di filler (acido ialuronico, Radiesse™), ma l'inconveniente è che i risultati ottenuti sono temporanei.
  • Un'ottima opzione è rappresentata dalla genioplastica mediante osteotomia di avanzamento del mascellare. In questo caso il risultato è definitivo e del tutto naturale.
  • Il lipofilling non è particolarmente indicato per aumentare la proiezione del mento, ma resta una buona opzione se si desidera addolcire determinati profili e ottimizzare il risultato di un impianto di protesi di mento o di una genioplastica.

Alternative agli impianti zigomatici:

  • In certi casi il lipofilling può rappresentare una buona opzione.
  • Le iniezioni di acido ialuronico o di Radiesse™
  • Il lifting medio-facciale sotto il periostio.

Alternative agli impianti mandibolari:

  • Il lipofilling
  • Le iniezioni di acido ialuronico o di Radiesse™

Alternative alle protesi del naso:

Il Dottor Victor Médard de Chardon, al momento della visita, valuta le caratteristiche anatomiche del viso del paziente e sceglie in base a esse la migliore opzione di trattamento.

PROTESI ZIGOMATICHE: IMPIANTI PER MALAROPLASTICA

Le guance scavate fanno apparire il viso più vecchio e affaticato. L'aumento degli zigomi mediante l'inserimento di protesi conferisce volume e migliora efficacemente la struttura ossea della regione della guancia.

SONO UN BUON CANDIDATO PER GLI IMPIANTI ZIGOMATICI?

Se con l'età il vostro viso ha perso volume a livello della regione zigomatica o avete per costituzione zigomi poco evidenti, potreste essere un buon candidato per gli impianti zigomatici. Alcuni pazienti che richiedono l'intervento hanno già fatto ricorso alla soluzione temporanea rappresentata dalle iniezioni di acido ialuronico, e sono pertanto alla ricerca di una soluzione definitiva.

PRINCIPI TECNICI

La chirurgia estetica degli zigomi può essere realizzata da sola o in associazione ad altri interventi chirurgici. Gli impianti sono disponibili in più forme e dimensioni che permettono di adattarli alle specificità anatomiche di ogni viso e al cambiamento desiderato. La via di accesso per gli impianti zigomatici è di tipo buccale, mediante una piccola incisione all'interno della bocca, o transpalpebrale (palpebra inferiore). L'accesso transpalpebrale è interessante nei soggetti di età avanzata o laddove l'intervento sia associato a una blefaroplastica. L'accesso per via endo-buccale è indicato in tutti gli altri casi. L'inconveniente dell'accesso endo-buccale sta nel fatto che comporta un rischio maggiore di infezione della protesi. Si procede creando un'apposita tasca su misura nella quale viene inserita la protesi. Successivamente, l'impianto zigomatico viene scolpito, adattandolo all'anatomia del viso e al risultato desiderato. La protesi viene infine fissata per mezzo di microviti o fili. A questo punto si chiude la via d'accesso con punti di sutura riassorbibili.

PROTESI DI MENTO: IMPIANTO MENTONIERO

La chirurgia estetica del mento permette di ricostruire l'armonia del viso visto di profilo. L'aumento del volume del mento mediante protesi è la procedura scelta dalla maggior parte dei pazienti che non presentano problemi dell'articolato dentario o disarmonia maxillo-mandibolare tali da rendere necessari interventi di osteotomia. Gli impianti biocompatibili Medpor© o gli impianti mentonieri in silicone vengono inseriti sulla struttura dell'osso mascellare inferiore per aumentare le dimensioni della mascella. A seconda della forma e della posizione dell'impianto, è possibile creare un mento pronunciato, più largo o più lungo. L'aumento della proiezione del mento permette, tra l'altro, di ridisegnare il profilo del collo.

SONO UN BUON CANDIDATO PER UNA PROTESI MENTONIERA?

Se avete il mento sfuggente senza problemi a livello di articolato dentario, potete sottoporvi all'intervento per l'aumento del volume del mento mediante protesi.

PRINCIPI TECNICI

Dapprima si pratica un accesso sotto il mento o per via endo-buccale (dall'interno della bocca).
Quindi viene creata una tasca protesica sotto l'osso del mento e lungo il bordo mandibolare.
La protesi viene inserita, scolpita su misura e infine fissata mediante microviti o fili.
A questo punto si chiude la via d'accesso con fili di sutura riassorbibili.

DECORSO POST-OPERATORIO E RISULTATI

Il risultato immediato appare leggermente accentuato da un edema, variabile da individuo a individuo, che si riassorbe per lo più nel giro di 15-21 giorni.
Il risultato finale è visibile il terzo mese.
Talvolta possono comparire ecchimosi (lividi) che si riassorbono in modo naturale in 15 giorni.
In genere il paziente sottoposto a intervento di protesi mentoniera lamenta poco dolore, che si presenta in particolare associato alla masticazione o alla dizione.
Non ci sono punti di sutura da rimuovere.
La cicatrizzazione è efficace dopo 15-21 giorni, ma l'aspetto della cicatrice è definitivo nel giro di 1 anno.
La ripresa dell'attività sociale avviene nel giro di pochi giorni.

COMPLICAZIONI DEGLI IMPIANTI FACCIALI

Le potenziali complicazioni sono le seguenti:
  • Sensazione di insensibilità temporanea degli zigomi o delle labbra
  • Estrusione dell'impianto.
  • Infezione della protesi. Malgrado tutte le precauzioni del caso (asepsi, antibiotici), è statisticamente possibile che si verifichi un'infezione. Il trattamento è semplice e richiede la rimozione temporanea della protesi per un periodo di 6 mesi e un'antibioticoterapia per 15 giorni.
  • Il rischio di dislocazione con le protesi Medpor™ è basso grazie alla loro biointegrazione.
  • Nonostante le protesi vengano scolpite in situ, talvolta il contorno degli impianti è visibile sotto una pelle sottile. In questo caso viene praticato un addolcimento dei bordi mediante iniezione di acido ialuronico o lipofilling.
impianti-faccia-mento-zigomi

IN PRATICA

Le visite avvengono presso lo studio del chirurgo estetico in rue d'Antibes, a Cannes.

  • L’intervento è praticato in clinica a Cannes o Nizza.
  • Modalità di ricovero: intervento in day hospital, il paziente entra al mattino ed esce nel pomeriggio
  • Anestesia: generale o locale assistita
  • Durata: 60 minuti

Fate le vostre domande al chirurgo